Sai che pulire e sostituire lo spazzolino da denti è fondamentale al fine di preservare una buona salute orale e mantenere gengive e denti sani?

Quando si lavano i denti, infatti, le setole dello spazzolino vengono “sporcate” da residui di cibo, sangue, saliva, placca e dentifricio. E anche dall’ambiente esterno possono sopraggiungere contaminazioni batteriche potenzialmente pericolose.

Ecco alcune linee guida su come e perché pulire lo spazzolino da denti e quando sostituirlo.

 Come pulire lo spazzolino da denti?

Dopo ogni lavaggio, puoi diminuire la carica batterica presente sul tuo spazzolino da denti con semplici e veloci gesti che, compiuti regolarmente, possono davvero fare la differenza.

Se ti stai chiedendo come pulire lo spazzolino da denti, quindi:

  • sciacqualo con cura fino a quando non ti sembrerà del tutto pulito
  • lascialo asciugare in posizione verticale
  • aspetta che sia totalmente asciutto prima di coprirlo con l’apposita testina
  • non condividerlo con altre persone, neanche con i familiari o con il partner
  • non riporlo in spazi chiusi: favoriresti la proliferazione dei batteri

 

Sostituzione dello spazzolino: ogni quanto va effettuata?

Affinché la pulizia di denti e gengive risulti efficace e priva di rischi, inoltre, è fondamentale sostituire lo spazzolino regolarmente.

Generalmente, i dentisti consigliano di effettuare la sostituzione dello spazzolino da denti ogni tre mesi circa.

Tuttavia, in alcuni casi potrebbe essere necessario anticiparla.

  • Molto dipende, innanzitutto, dalla qualità dello spazzolino e dalla tipologia di setole. Se non si tratta di un prodotto qualitativamente eccellente, dopo qualche utilizzo apparirà logorato e a quel punto farai bene a sostituirlo.
    Per evitare che questo accada, valuta attentamente il prodotto che desideri acquistare per te e, soprattutto, per i tuoi bambini.
  • Anche il modo in cui ti lavi i denti influisce su durata e sostituzione dello spazzolino. Se hai l’abitudine di spazzolare con un certo vigore, per esempio, le setole si deformeranno facilmente.
  • Lo stesso vale per la frequenza con cui ti prendi cura del tuo sorriso. Più spesso lavi i denti, prima dovrai sostituire lo spazzolino.
  • Anche in seguito a un’infezione al cavo orale sarebbe opportuno sostituire lo spazzolino. Il rischio, altrimenti, è che i germi si annidino tra le setole e possano raggiungere nuovamente denti e gengive durante i lavaggi successivi.
  • Se ti sei accorto di avere una carie, o se il tuo bambino ne ha una, fissa un appuntamento dal tuo dentista di fiducia per curarla e sostituisci lo spazzolino, perché potrebbe essere stato contaminato dai batteri cariogeni.

 

Bisogna cambiare lo spazzolino dopo febbre e raffreddore?

Tra le indicazioni su come e quando pulire e sostituire lo spazzolino da denti, hai sentito dire che lo spazzolino va sostituito dopo avere avuto l’influenza?

In realtà, non è proprio così.

Il virus dell’influenza, scientificamente, sopravvive su una superficie per non più di 24 ore. E, nel caso specifico dello spazzolino, solo finché le setole sono umide.

Ecco però perché è importante non riporlo in spazi chiusi e aspettare che sia del tutto asciutto prima di coprirlo.

 

Fai di questi semplici accorgimenti la tua routine per un’igiene orale a prova di sorrisi!

E ricorda che, oltre a pulire e sostituire lo spazzolino da denti, per mantenere denti e bocca sani è importante affidarti regolarmente alla cura e ai consigli del dentista di fiducia.

Prenota subito  una visita di controllo, Chiamaci o passa in studio per prendere appuntamento