Con  flora batterica si intende una moltitudine di batteri, protozoi , virus e microrganismi vari che vivono all’interno e sul nostro corpo.

I batteri che vivono nella bocca si nutrono dei residui di ciò che mangiamo e svolgono in cambio importanti funzioni: ad esempio ci difendono da batteri esterni che possono essere portatori di malattie. Questo tipo di rapporto, molto comune in natura, si definisce opportunismo reciproco. In condizioni normali, infatti, entrambi gli organismi si avvantaggiano dalla convivenza, senza incorrere in alcun danno.  Nel caso in cui i denti non vengano lavati, questo sottile equilibrio può rompersi , portando alla proliferazione non controllata di alcuni microrganismi che porta spesso a patologie dannose.

Nel cavo orale risiedono più di 300 tipi diversi di batteri tra cui citiamo gli Streptococchi e i Lattobacilli. Tra i vari batteri residenti nel cavo orale lo Streptococco mutans è tra le specie più cariogene perché produce, dai carboidrati presenti nella dieta, una sostanza adesiva, insolubile all’acqua, che aderisce alle pareti dei denti e nello stesso tempo attrae altri microrganismi, creando colonie di batteri che si nutrono di zuccheri e producono scorie acide.  Dopo alcune ore si formano degli ammassi che si riproducono molto velocemente.. infatti dopo solo 10 ore il dente appare rivestito da una patina formata da 10 strati sovrapposti di batteri e dopo 24 ore gli strati arrivano ben a 100 !

Questa popolazione batterica è inoltre tenuta unita da un rivestimento che impedisce alla saliva di arrivare sul dente e svolgere la sua attività regolatrice : lavare via i batteri e l’acido da essi prodotto.  Con un accumulo di quest’ultimo il pH scende fino a corrodere il dente e formare la CARIE.

I microrganismi demoliscono gli zuccheri in lattosio e producono degli enzimi in grado di indebolire i tessuti duri del dente. Inizialmente la carie non viene percepita, quando la carie raggiunge la dentina, lo strato che racchiude la polpa, compaiono i primi sintomi della malattia: sensibilità agli stimoli fisici (freddo e caldo) e a quelli chimici (zuccheri e acidi). Infatti, a livello della dentina sono presenti particolari strutture, dette microtubuli dentinali, che contengono il prolungamento degli odontoblasti, le cellule che producono la dentina stessa. È attraverso di loro che l’infezione può raggiungere i nervi e i vasi sanguigni e produrre dolore anche intenso.

 

Prenota subito  una visita di controllo

Studio Dentistico Iperdent Bologna tel. 051 328032

Studio Dentistico Iperdent Modena  tel. 059 749092

 

IPERDENT BOLOGNA POLIAMBULATORIO

Iperdent Bologna Srl
Via Aposazza 2A, 40100 – Bologna (Bo)
P.Iva 03629071204
Direttore Sanitario Dott. Andrea Mazzi
Aut. San. PG66049 del 13/02/2018
051 32 80 32 | info@iperdent.it

 

IPERDENT MODENA AMBULATORIO

Nina Srl
Via Medicine 2382, 41057 – Spilamberto (Mo)
P.Iva 01315280451
Direttore Sanitario Dott. Vatteroni Ernesto
Aut. San. Prot. 24894 del 20/12/2018
059 74 90 92 | modena@iperdent.it

Informazione sanitaria e pubblicitaria ai sensi del combinato disposto di cui all’art. 2 DL 223/2006 e art. 1 co 525 L 145/2018