A quanti di noi è capitato di essere al mare , dare un bel morso al gelato e avvertire immediatamente una fitta di dolore ai denti?

Si tratta di Ipersensibilità dentinale, ma per fortuna si può curare facilmente.

DI COSA SI TRATTA

L’ipersensibilità dentinale si manifesta come una sintomatologia dolorosa localizzabile non molto precisamente su uno o più elementi dentari, in assenza di carie. È dovuto all’esposizione della dentina, che è la struttura portante del dente, racchiude la polpa ed è fisiologicamente sensibile, perché attraversata da tubuli che contengono fibre nervose. Può essere avvertita non solo per l’effetto di stimoli termici (comunemente bevande o cibi freddi) ma anche per il contatto con sostanze agrodolci o per sollecitazioni tattili.

CAUSE PREDISPONENTI

I fattori che predispongono all’ipersensibilità dentinale sono molteplici :

Abrasioni: sono dovute a uno spazzolamento non corretto, adoperando eccessiva forza o una tecnica incongrua, unitamente all’uso di dentifrici abrasivi e spazzolini di cattiva qualità. Queste abitudini scorrette provocano una progressiva abrasione dello smalto.

Erosioni: sono dovute ad un eccessivo consumo di bevande o alimenti acidi (succhi di frutta, spremute di agrumi, yogurt, bibite gasate, ecc.) che agiscono sullo smalto erodendolo ed esponendo la dentina sottostante.
Gli stessi acidi, inoltre, così come l’accumulo di placca, tendono ad esporre velocemente i tubuli dentinali aumentando le aree di comunicazione tra il cavo orale e le fibre nervose responsabili degli stimoli dolorosi.

Parafunzioni: le parafunzioni come il bruxismo, a causa dell’usura progressiva dovuta al digrignamento tra le superfici dentarie, portano ad una esposizione del tessuto dentinale e quindi alla possibilità di una ipersensibilità dentinale.

TERAPIE

Le terapie si differenziano in base alla diffusione e alla gravità dell’ipersensibilità.

Le terapie professionali prevedono l’impiego di principi attivi che contrastino l’insorgenza dell’ipersensibilità attraverso il sigillo dei tubuli dentinali:

  • fluoruro di sodio e fluoruro stannoso in soluzioni o gel da applicare sull’area interessata.
  • Fosfato di calcio e idrossido di calcio,
  • Resine e adesivi nei casi di ipersensibilità specifica e localizzata.

Le terapie domiciliari prevedono invece l’utilizzo di dentifrici e/o colluttori specifici per denti sensibili a base di nitrato di potassio e fluoruro stannoso attenendosi a queste semplici regole:

  • Praticare una corretta igiene orale, adottando una corretta tecnica di spazzolamento e di utilizzo del filo interdentale, per prevenire infiammazioni parodontali, che possono dare origine alla recessione gengivale
  • Usare un dentifricio specifico per i denti sensibili
  • Evitare di spazzolare con eccessivo vigore o con una tecnica inadeguata
  • Usare uno spazzolino più morbido specifico per soggetti con denti sensibil

 

  • Andare regolarmente dal dentista/igienista dentale per sottoporsi a una pulizia professionale dei denti

 

 

Chiamaci per prenotare una visita di controllo!!

Studio Dentistico  Iperdent  Modena Tel. 059 749092

Studio Dentistico Iperdent Bologna tel. 051 328032

IPERDENT BOLOGNA POLIAMBULATORIO

Via Aposazza 2A, 40100 – Bologna (Bo)
Iperdent Bologna Srl P.Iva 03629071204
Direttore Sanitario Dott. Andrea Mazzi
Aut. San. PG66049 del 13/02/2018
051 32 80 32 | info@iperdent.it

 

IPERDENT MODENA AMBULATORIO

Via Medicine 2382, 41057 – Spilamberto (Mo)
NINA Srl P.Iva 01315280451
Direttore Sanitario Dott. Vatteroni Ernesto
Aut. San. Prot. 24894 del 20/12/2018
059 74 90 92 | modena@iperdent.it

Informazione sanitaria e pubblicitaria ai sensi del combinato disposto di cui all’art. 2 DL 223/2006 e art. 1 co 525 L 145/2018